Album di famiglia e risultati

Giancarlo e Nox
Naxos dei Conforti di Savoia (prop. Il Villaggio del Cane di Grosseto)
1° classificato MP in Junior Class alla 49a Esposizione Internazionale Canina di Ferrara 11 maggio 2019
Tato (dietro il sacco c’è un boxer) Ninive e Meri

Gilda è magica!
Da quando l’ho conosciuta si è aperta una nuova fase della mia vita…e non sto esagerando. E’ il mio cuore che parla oltre che la mia mente e so da principio che per me non sarà facile ripercorrere certi momenti …ma per la mia Gilda si va ben oltre.
L’ho conosciuta nella primavera del 2016. Avevo posseduto per 7 anni una femmina di Corso, Cassandra, che mi è venuta a mancare nel 2013 per tumore alla mammella. Mi aveva lasciato in un mare di malinconia ma anche di bellissimi ricordi, ma soprattutto mi aveva dato modo di conoscere il mondo di questa splendida unica razza. Dopo qualche anno di astinenza, io e i 2 adorati bassotti Ottavio e Vittorio decidiamo finalmente di allargare la famiglia con un’altra femmina di corso…l’avremmo chiamata Clarissa. Mi metto in contatto con molti allevamenti del nord est Italia: chiedo, mi confronto, paragono… Gilda è l’unica che soddisfa tutti i miei dubbi e le mie curiosità; lei è schietta, sincera, amabile e familiare, lei arriva al cuore…e qui è di cuore che si parla. Vado in allevamento e la conosco. E’ proprio così come l’avevo immaginata. Poi vedo lei: un paio di occhi furbi color ambra incorniciati in un manto tigrato da perderci la testa! Si sa, il tigrato non va di moda ora ma noi siamo anticonformisti di natura oltre che veri praticanti del chissenefrega! E’ lei! In agosto me la porto a casa e la famiglia si rianima. Gilda è perennemente presente: praticamente le rompo le palle più volte al giorno con telefonate fatte di dubbi, preoccupazioni più che altro solo frutto della mia testa che troppo si preoccupa per nulla, ma lei risponde sempre con passione, rispetto, affetto e professionalità. Nasce tra noi un’affettuosissima amicizia che arriva ben oltre il rapporto cliente-allevatore. C’è confidenza, confronto sui fatti della vita in generale, conoscenza totale. Intanto la pacifica convivenza con la nuova arrivata procede nel migliore dei modi col benestare dei veterani di casa: i bassotti! La novità però è dietro l’angolo… Tra una chiacchierata ed un caffè la mia Gilda mi presenta suo fratello Ciro. E’un attimo…alla fine del 2016 ci scopriamo entrambi innamorati. Non passa molto che la famiglia si allarga: decidiamo di convivere. Insieme a lui arriva il suo cagnolino Jody ed il diamante di fidanzamento. No, non si infila al dito bensì in una cuccia, anzi, sul divano! E’ Unicum, uno splendido esemplare maschio dell’allevamento dei corsi di Savoia, un total black da far girare la testa!!!
Ma come in tutte le favole pure qui c’e’ la strega cattiva. Si chiama cancro e mi viene diagnosticato a marzo 2017. Al seno, Cassandra premonitrice. Vengo operata di mastectomia a luglio e sottoposta a chemioterapia a partire da settembre. Chiedo io il posticipo delle cure di perché non potevo mancare ad un importante matrimonio che si sarebbe tenuto il 16 settembre 2017: il mio. Ebbene si, divento la signora Pellegrino, sono la cognata della splendida Gilda. Altra sorpresa? Presto servita! Io sotto kemio e Clarissa incinta di Unicum. In ottobre nascono 7 adorati cuccioli cui diamo il nome di dei egizi per mia passione personale. Il parto è gestito in tutto e per tutto da Gilda in un martedì di nebbia nel quale io sono in reparto con mio marito per la mia brava “dose” settimanale. Aker, l’ultimo a nascere, viene letteralmente salvato con respirazione bocca a bocca dalla Gi. Naturalmente sarà il cucciolo che ci terremo in famiglia. Finite le flebo torniamo a casa, rifocilliamo gli altri bimbi a 4 zampe e partiamo per Jolanda di Savoia meta allevamento perché nonostante la stanchezza li dobbiamo conoscere questi nipotini. P.S. n°1: chi ha acquistato uno dei cuccioli degli dei dell’antico Egitto dall’allevamento dei corsi di Savoia sappia che il loro fedele amico a 4 zampe proviene da una realtà davvero unica e speciale, la loro esistenza ha dato ad una persona una forza ed una speranza indescrivibili!
Ora siamo qui, con tanti alti e bassi. Ognuno di noi sta affrontando le proprie battaglie ma sempre e comunque legati a filo doppio. Un capo del filo si chiama destino, l’altro si chiama famiglia.
Abbraccio forte mio marito Ciro, i miei 6 adoratissimi 4 zampe…e naturalmente te Gilda, insieme a Daniele, Fabrizia, tutti gli splendidi esemplari dei Corsi di Savoia…e scusate se me ne è uscito un tema! Ah: P.S. n°2: Compreresti un altro cane dell’allevamento I Corsi di Savoia? Beh, voi che ne dite?
Mara

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close